Bolletta Energetica Come Leggerla

Bolletta Energetica Come Leggerla

Bolletta Energetica Come Leggerla

Leggere ed interpretare correttamente la bolletta dell’energia elettrica può risultare difficile a chi non è abituato ad alcune voci. Tuttavia, risulta l’unico modo in cui possiamo essere sicuri di non pagare più del dovuto e di conoscere quanto è il nostro consumo di elettricità reale. Una comprensione completa della nostra situazione energetica ci permetterà trovare la tariffa energia elettrica più conveniente secondo le nostre esigenze.

Per capire in quale mercato ci troviamo sarà sufficiente leggere l’intestazione della bolletta, dove viene riportata la dicitura “Mercato Libero” o “Mercato Tutelato“.

La bolletta è sempre divisa in almeno tre parti: Sintesi, Dettaglio e Comunicazioni; se avete scelto di fare il pagamento attraverso Bollettino Postale lo troverete prestampato in un foglio aggiuntivo.

Inoltre, si possono aggiungere altri fogli con promozioni o informazioni.

La prima pagina della bolletta è quella più importante perché presenta una sintesi di tutta l’informazione riguardo il servizio; perciò, su questo foglio faremmo un’analisi esaustiva.

In alto a destra troverete i vostri “Dati cliente”, ossia il Numero Cliente (importante per tutte le comunicazione tra voi e il fornitore) e il Codice Fiscale dell’intestatario della fornitura.

A sinistra in alto, si trova l’indirizzo del luogo che usufruisce dell’energia elettrica, che può essere diverso dall’indirizzo di recapito dove il fornitore invia la bolletta (che troverete a destra, sotto i Dati Clienti).

Ogni fornitura viene identificata dal Codice POD (dell’inglese Point Of Delivery), un codice europeo che determina in modo preciso dov’è ubicato il punto di prelievo dell’energia.

Subito sotto si può trovare il Numero di Presa, che identifica il collegamento del contatore al punto di distribuzione, ma questa voce non è sempre presente.

Non c’è bisogno di ricordare questi dati: per ogni eventuale comunicazione con ENEL, basta che abbiate a disposizione il vostro Numero Cliente.

Il riquadro centrale e più visibile della bolletta è quello dove si trova il Totale da Pagare, la Data di Scadenza, il Numero e la Data del documento, il Periodo a cui fa riferimento l’importo e la situazione dei precedenti pagamenti.

Sotto la zona centrale della bolletta, nella parte sinistra, vi è un riquadro che riporta il Riepilogo dei Dati del Contratto!

Tipo di Utenza (domestica, residente o non residente) e  Tipologia dell’Offerta che avete scelto.

Sotto tutti i dati relativi alla potenza del vs. contratto.

Ancora più in basso ci sono il Riepilogo Letture e Prelievi, ossia il periodo a cui si riferiscono i consumi della vostra fattura.

Mentre il riquadro a destra contiene il Riepilogo Importi, con i dettagli sui totali che hanno portato all’importo da pagare.

Bolletta Energetica: Voci e Sottovoci

Prima di aderire alle promozioni è opportuno conoscere alcune voci essenziali che compongono la bolletta energetica e, magari, raffrontarle tra loro come di seguito:

1) Materia energia, che è suddivisa in due sottovoci:
a) Quota fissa
– Commercializzazione vendita; (€/POD/mese)
– Componente di dispacciamento (parte fissa) (€/POD/mese)
– Quote fissa di dispacciamento (€/POD/mese)
b) Quota energia
– Quota energia F1 – F2 – F3 (fasce orarie) (€/kWh)
– Oneri di commercializzazione (€/kWh)
– Dispacciamento (€/kWh)
– Componente di dispacciamento (parte variabile) (€/kWh)
– Sbilanciamento (€/kWh)

2) Trasporto e gestione contatore, che a sua volta si suddivide in tre sottovoci:
c) Quota fissa (€/POD/mese)
d) Quota potenza (€/kWh)
e) Quota variabile (€/kWh)
3) Oneri di sistema
f) Quota variabile (€/kWh)

Come si evince, tra le voci più rilevanti da confrontare tra i vari gestori e la quota energia che rappresenta la materia prima.

Lascia un commento